//
you're reading...
Geology

Il grande affluente Nilo


Durante il Messiniano, il Nilo divenne con le sue acque il più grande contribuente terrestre del grande “lago” salato mediterraneo. Se si assumono i volumi antecedenti alla costruzione della diga di Assuan, la portata poteva variare fra i circa 552 mc/s nella stagione secca e i circa 8.212 mc/s in quella delle piogge. L’abbassamento progressivo del livello del “lago” mediterraneo fino all’essiccamento, provocò in trecentomila anni la sovraescavazione degli alvei fluviali che, per quanto riguarda il Nilo, provocò nella regione del delta, in corrispondenza con l’attuale posizione de Il Cairo, un canyon di scorrimento profondo oltre 2.000 mila metri. Con la riapertura dello stretto di Gibilterra e il conseguente riempimento del Mediterraneo, il canyon fu colmato dai sedimenti marini e il delta attuale da quelli fluviali del Nilo.

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Charles Indie

Languages

La misura imperfetta

Buy it on Amazon, soon!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: